Ciao a tutti gli amici di TikTok Pills! Nuova breaking news direttamente dagli Stati Uniti dove a quanto pare, il governo locale sembra stia pensando a mettere al bando il social cinese. TikTok potrebbe essere vietato in Usa, a causa di un mix tra problemi politici e di gestione “particolare” del social.

Da quanto si è appreso nelle ultime ore, la Casa Bianca potrebbe giungere a questa decisione in quanto, considera il social cinese un vero e proprio strumento di spionaggio internazionale da parte della Cina comunista.



Pochi giorni fa, sia il presidente Donald Trump che Mike Pompeo, il segretario di Stato americano, hanno ipotizzato un “bando” della app cinese che da quando è stata lanciata sul mercato sta riscuotendo un successo dietro l’altro.

Secondo quando riporta il rinomato quotidiano Financial Times, una delle ipotesi in discussione sarebbe quella di

“inserire la casa madre ByteDance sulla “lista nera” del dipartimento del Commercio, la stessa in cui è stata inclusa Huawei”

 

Donald Trump contro TikTok



Ciò provocherebbe una conseguente catena di eventi che porterebbero le grandi multinazionali del settore tecnologico come Apple e Google a non supportare futuri aggiornamenti per l’app cinese nel breve periodo ed estrometterla dal mercato nel lungo termine.

Si pensa che la decisione finale, possa giungere nell’arco di 30 giorni al massimo, e ad ogni modo, verrà lanciato un segnale molto forte alla Cina, primo nemico di Trump per una lunga serie di ragioni tra cui i problemi legati alla diffusione del Covid 19.



Dalla sede di Byte Dance, azienda proprietaria di TikTok ovviamente si difendono, rinnegando tutte le accuse di spionaggio, uso illecito di dati personali, etc. ma anche l’organizzazione Anonymous non più di 10 giorni fa si è scagliata contro il social cinese invitando gli utenti a non usarlo.

 

Conclusioni

Per maggiori informazioni o dettagli in merito alla news “TikTok vietato in Usa” restiamo a disposizione e vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti del blog per capire come andrà a finire questa delicata tensione.

Non esitate a contattarci inoltre per collaborazioni al seguente indirizzo email:

Alla prossima