Amici di TikTok Pills, siamo pronti con una nuova news in merito al nostro amato TikTok. Dopo averti parlato dell’attacco subito da Instagram che sta cercando di rubare influencer a TikTok, il Ceo Kevin Mayer è prontamente passato al contro attacco con una mossa incredibile. infatti TikTok apre il suo algoritmo e sfida Facebook e la concorrenza in generale ad essere più trasparenti verso gli utenti.



TikTok e Trasparenza

Attraverso un recente post sul blog di TikTok, il Ceo Kevin Mayer ha annunciato l’adozione di nuove misure per consentire a tutti di accedere agli algoritmi che utilizza per ordinare e condividere i video degli utenti. Notizia impensabile e sbalorditiva se pensiamo all’importanza delle informazioni che saranno messe a disposizione della concorrenza come:

  • Facebook
  • Google
  • Apple
  • Amazon

che in questi giorni hanno affrontato proprio il panel antitrust del Congresso Americano.

Nelle parole del Ceo, troviamo il fatto che i recenti cambiamenti apportati da TikTok rappresentino un

“un passo avanti rispetto al settore” e ha sfidato i rivali a seguirne l’esempio.



Mayer continua affermando:

“Riteniamo che la nostra intera industry debba essere tenuta ad uno standard eccezionalmente alto”

“Ecco perché crediamo che tutte le aziende dovrebbero rivelare i loro algoritmi, le politiche di moderazione e i flussi di dati alle autorità di regolamentazione. Non aspetteremo che arrivi la regolamentazione, ma TikTok ha invece fatto il primo passo lanciando un Centro di Trasparenza e Responsabilità per la moderazione e le pratiche sui dati”.

Ecco la notizia integrale apparsa sul blog di TikTok = Link Ufficiale



TikTok apre il suo algoritmo e sfida Facebook

Vedremo ora cosa e come risponderanno i colossi americani del settore informatico. Di certo la battaglia è aperta e ne vedremo delle belle in questa calda estate 2020.

 

Conclusioni

Per maggiori informazioni o dettagli relativi alla news: TikTok apre il suo algortimo e sfida Facebook, restiamo a disposizione e vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti del blog per capire come andrà a finire questa delicata tensione.

Non esitate a contattarci inoltre per collaborazioni al seguente indirizzo email: