TikTok e l’hashtag #selfempowerment

0
485
selfempowerment tiktok

TikTok e l’hashtag #selfempowerment per chi vuole trasformare i propri difetti in un’opportunità creativa

TikTok fa sempre più breccia nel cuore degli utenti di tutto il mondo, sempre pronti a condividere brevi video creativi e lanciare nuovi trend topic di discussione. Uno di questi è l’hashtag #selfempowerment, che sta diventando un vero e proprio tormentone, nel quale si cimentano sempre più persone.

Il messaggio è chiaro: favorire l’inclusione e l’accettazione di sé.

Vediamo come e qualche esempio, tratto anche dall’interessante post a cura di Vanity Fair, nelle righe che seguono. Continua a leggere quest’interessante post a cura di TikTok Pills!



L’hashtag #selfempowerment e i suoi messaggi positivi

Come anticipato in precedenza gira sull’app cinese un nuovo trend topic, il cui scopo è quello senz’altro di lanciare dei messaggi positivi agli utenti in piattaforma: stiamo parlando dell’hashtag #selfempowerment, che sta sempre più spopolando sul social medium e il cui messaggio è tutt’altro che negativo, anzi. Accettarsi così come si appare e perchè no, trasformare i propri difetti fisici in opere creative è lo scopo primario. Ed è così che gli utenti hanno iniziato a creare lip sync, coreografie, fare disegni sulla propria pelle e tantissime altre azioni volte a trasformare, magari un difetto fisico, in un punto di forza e perchè no, anche condividere il proprio stato d’animo insieme ai propri follower.



E’ il caso ad esempio di Isabelle, una ragazza che è costretta a convivere senza l’uso delle mani, che però non l’ha privata di fare tutto ciò che fanno le altre ragazze come lei.

Infatti si occupa di tutorial makeup, dando consigli alle altre ragazze su come truccarsi.

@its.izzyxNgl not sure if other people that actually have hands doing this video offends me. This is my actual life ##foryoupage ##fyp ##houseoftiktok ##disabled♬ Brookemonk used my sound – BLM✊🏻✊🏼✊🏽✊🏾✊🏿

Un altro esempio bellissimo è quello di Camilla, una ragazza che convive con delle brutte cicatrici sulle gambe, risultato di un’operazione chirurgica. Ma questo le ha dato l’idea di trasformare quelli che sono i segni di un qualcosa di profondamente negativo e comunque di un’esperienza non positiva vissuta, in qualcosa di creativo. Infatti nei suoi video si dipinge le cicatrici, creandoci dei disegni e mettendole in evidenza come se fossero delle opere d’arte.

@camillyrock_Reply to @emmavolante carrot part 2 🥕🐰 ##aclcheck ##surgery ##acl ##meniscus ##art♬ original sound – Montell🥵❤️‼️

Terminiamo con Shontez Davis, un ragazzo americano che a seguito di un cancro ha perso una gamba. Un evento tragico per un teenager, che può segnare profondamente la sua vita, ma che lui ha superato brillantemente grazie allo sport, che lo motiva a migliorarsi e gli da la forza di andare avanti.

@onelegwonderr##greenscreenvideo If you send me proof of you doing it at 100k i’ll follow you 😉 ##fyp ##angerlevel ##CollegeGotMeLike ##100k ##twisthermind♬ Ben10 Trap Intro – Alex

Conclusioni

Molti di noi sono praticamente ossessionati dall’aspetto fisico, dal modo di apparire, che i social media hanno amplificato all’ennesima misura, creando veri e propri complessi, stati depressivi e una continua ricerca della perfezione, da mostrare poi sui propri canali social.

L’hashtag #selfempowerment, come anche mostrato da Vanity Far, è una sorta di dimostrazione pratica di come si potrebbe semplicemente apparire sé stessi senza rincorrere la perfezione, ma anzi mostrando con fiducia e orgoglio le proprie cicatrici. Sono quelle che dicono chi siamo veramente.



Articolo precedenteFunzionario del Governo Cinese tra i Moderatori di TikTok
Articolo successivoFinto rapimento su TikTok finisce in tragedia