TikTok a Microsoft: arriva la data ultima per vendere agli americani

0
95
TikTok vietato in Usa

TikTok a Microsoft: arriva la data ultima per vendere agli americani, annunciata dal Presidente Trump

Bentrovati su TikTok Pills, il sito dedicato al mondo del social medium del momento, con tutte le ultime news sull’applicazione, che in questi giorni sta vivendo giorni difficili con l’ipotesi di TikTok a Microsoft che si fa sempre più viva. Infatti prima il ban applicato dall’India, adesso la minaccia del Presidente Trump di vietare l’uso dell’app anche nel territorio americano, dopo averla vietata agli organi governativi e ai militari USA, per le preoccupazioni sulla privacy.



Infatti dalle parole dello stesso presidente si evince la volontà che il social vada nelle mani di Microsoft, confermata poi dalla stessa azienda in una nota arrivata domenica scorsa e di cui vi abbiamo già parlato ieri:

Microsoft vuole comprare TikTok

Il presidente americano ha inoltre aperto la porta ad altri investitori pronti ad acquistare TikTok. Infatti l’importante è che finisca in mani americane.

Ecco le sue dichiarazioni ufficiali:

“Non può essere controllato, per motivi di sicurezza, dalla Cina – troppo grande, troppo invasivo – ed ecco l’affare: non mi importa se, che sia la sua Microsoft o qualcun altro, ma una compagnia sicura, molto americana, deve comprare l’app. Probabilmente è più facile acquistare tutto che comprarne il 30%, perché poi si dice “come si fa a fare il 30%?”, “Chi otterrà il nome?” Il nome è importante, il marchio è importante. Chi otterrà il nome? Come si fa se è di proprietà di due diverse società? […] Ho suggerito che [CEO di Microsoft Satya Nadella] può andare avanti, lui può provarci. Ho fissato una data intorno al 15 settembre, a quel punto sarà fuori servizio negli Stati Uniti, ma se qualcuno, che sia Microsoft o qualcun altro, lo compra, sarà meglio.”



Ecco che scatta quindi l’ultimatum: entro il 15 settembre si chiude la questione TikTok.

O si vende agli americani o si banna da tutto il territorio statunitense. Parole dure, di un uomo che ha fatto di dichiarazioni pesanti il suo marchio di fabbrica da quando è alla presidenza USA.

Ma in realtà apre la porta anche ad altri investitori, purché “molto americani”. Quindi non è da escludere che sia addirittura Facebook ad acquistare TikTok, eliminando così un altro competitor, oppure Google che può riprovare l’avventura social dopo Google+. Potrebbe essere Amazon, Apple, o un altro gigante della Tecnologia made in USA.

Staremo a vedere come andrà a finire la querelle Trump-Cina e se alla fine davvero TikTok a Microsoft diverrà realtà.